Morges celebra Audrey Hepburn e Hubert de Givenchy

Audrey Hepburn e Hubert de Givenchy
Audrey Hepburn e Hubert de Givenchy, Vogue, Conde-nast-publications © DR

La grande attrice inglese Audrey Hepburn, premio Oscar 1954 come migliore attrice protagonista per “Vacanze Romane“, ha vissuto per trent’anni in Svizzera ne La Paisible, una villa di campagna a Tolochenaz, un paesino presso Morges (VD), dove ora riposa in una semplice tomba all’aperto.

Dal 20 maggio al 17 settembre la città di Morges le dedicherà una grande mostra dal titolo “Audrey Hepburn e Hubert de Givenchy, un elegante amicizia” che racconta il rapporto tra lo stilista e l’attrice. Tre musei della città partecipano a quest’evento e ognuno sviluppa un proprio punto di vista.

Tre grandi mostre in una

La Fondazione Bolle affronta il rapporto di grande amicizia tra i due attraverso schizzi, abiti, fotografie e un documentario; nel Castello di Morges, si ammirano vestiti, accessori e disegni di Givenchy, mentre il Museo Alexis Forel esporrà abiti personali della Hepburn, creazioni, foto e riviste d’epoca.

Hubert de Givenchy, oggi novantenne, è stato coinvolto nell’organizzazione dell’esposizione di Morges. Ha scelto personalmente di presentare al pubblico per la prima volta alcuni modelli. Sono oltre 50 abiti originali, cappelli e accessori e più di 60 disegni e schizzi realizzati in esclusiva per questa esposizione oltre a una collezione di fotografie inedite.

Un’amicizia nel segno della stima e dell’eleganza

Il solido legame con Audrey Hepburn è durato oltre quarant’anni, fino alla morte dell’attrice nel 1993. de Givenchy ha sempre raccontato che tutto iniziò con un equivoco: quando fu detto allo stilista che la Signorina Hepburn voleva conoscerlo, accettò immediatamente, perché credeva fosse Katherine Hepburn – la sua attrice preferita.

Invece si trovò davanti Audrey, con grande imbarazzo e un certo gelo. Lo stilista le disse: “Mademoiselle, mi piacerebbe aiutarla, ma ho poche cucitrici e sto lavorando a una collezione, non posso farle dei vestiti” e lei rispose: “Mi mostri quel che ha creato per la collezione“. Se li provò ed esclamò: “È esattamente ciò di cui ho bisogno!“.

I capi le stavano davvero bene, Audrey Hepburn sapeva perfettamente ciò che voleva. La loro relazione fu basata sull’eleganza degli abiti ideati apposta per lei che portò sullo schermo e nella vita privata. La Hepburn disse di de Givenchy che le aveva dato un look, un genere, una silhouette. Fu lui che, visivamente, l’aveva resa quello che è stata.

Info: www.morges-tourisme.ch