Macchinista per un giorno

Treni
Macchinista per un giorno. Photo by Christof Sonderegger

Noi di SvizzerAmo abbiamo un debole per un mezzo in particolare: il treno. E qual è il sogno per un mega appassionato? Sedersi accanto al macchinista e osservare il tracciato dei binari e i segnali che scorrono dritto davanti a te e il paesaggio visto da una prospettiva unica!

Non sappiamo se lo sapevate, ma questa è un’esperienza che si può fare in Svizzera. Lungo alcune tratte ferroviarie e in alcuni periodi dell’anno è consentito viaggiare in cabina di guida. Un viaggio non proprio economico ma i veri appassionati non staranno di certo a guardare il prezzo!

Percorsi emozionanti

Tra le diverse possibilità, le più interessanti sono sicuramente l’offerta delle FFS su e giù dal Gottardo una delle tratte più belle e famose al mondo.

Il percorso può essere effettuato in entrambe le direzioni lungo l’asse nord-sud e si percorre rispettivamente nella cabina di guida di un ETR 610 attraverso la galleria di base del San Gottardo e a bordo di un Flirt sulla tratta storica e panoramica del San Gottardo lungo un itinerario particolare da Arth-Goldau via Bellinzona a Erstfeld oppure da Erstfeld via Bellinzona ad Arth-Goldau.

Il percorso nella nuova galleria è emozionante per l’alta velocità (200 km/h) ma è impagabile l’emozione di serpeggiare lungo la Val Leventina percorrendo le gallerie elicoidali, i ponti che incrociano più e più volte l’autostrada e il “nostro” fiume Ticino.

Durante il viaggio in cabina di guida, il secondo macchinista spiega la tecnica ferroviaria e il paesaggio mentre il primo guida. L’offerta è valida fino al 9 dicembre 2017.

Treni

Sembrerà un videogioco

Altrettanto fantastica è l’esperienza offerta dalla Ferrovia Retica in Canton Grigioni, sulle linee dell’Albula tra Coira e St. Moritz e del Bernina tra St. Moritz e Tirano.

Linee che, tra l’altro, sono patrimonio UNESCO dal 2008 per la loro bellezza paesaggistica, come nel tratto che sale da Poschiavo ad Alp Grüm, attraverso boschi, con il grandi ghiacciaio del Palù, oppure quello in quota vicino a Ospizio Bernina a 2’253 metri di quota, tra i due laghi che segnano lo spartiacque alpino e, più oltre, il ghiacciaio del Morteratsch con il Bernina sullo sfondo.

Anche l’arditezza delle infrastrutture rende l’esperienza incredibile, come per esempio il viadotto sul torrente Landwasser nella valle dell’Albula, uno spettacolare ponte in pietra a sei archi altro 65 metri e lungo 135 che sbuca all’improvviso alla fine del tunnel dell’Albula; oppure sempre sulla stessa tratta, le gallerie a spirale nel tratto Bergün-Preda.

Per non parlare del viadotto elicoidale ad archi, costruito in pietra di Brusio, in Val Poschiavo, che permette di superare un dislivello di circa 25 metri in pochissimo spazio.

Al termine di questo viaggio spettacolare si ottiene un diploma e una foto ricordo. L’offerta è valida tutti i giorni fino al 31 dicembre 2017. Per prenotare basta andare sul sito delle FFS: www.ffs.ch nella sezione “Tempo libero e vacanze“.