Inverno nel Canton Vallese. Le novità!

Canton Vallese
Un angelo disegnato sulla neve. Photographe:
Valais Tourisme

Il Vallese, la regione con il maggior numero di cime superiori ai 4’000 metri di tutte le Alpi, ben 45, gioca una parte molto importante nell’inverno svizzero. Per questa stagione che ormai ha aperto i battenti, sono stati investiti circa 100 milioni di franchi solo per potenziare gli impianti, per non parlare di tutti gli interventi dei privati che sono stati fatti nel corso dell’anno.

Snowpass Wallis, sciare illimitatamente

Insomma, ci sono tante novità. Per cominciare c’è lo “Snowpass Wallis“, un abbonamento stagionale speciale che consente di sciare illimitatamente in tutte le località del Cantone fino al 30 aprile 2015. Il prezzo non è leggero: 1’850 franchi per gli adulti, 1’575 franchi per i ragazzi dai 16 ai 19 anno e 925 franchi per i bambini, però c’è anche la possibilità di acquistare una tessera “Limited” che costa circa 300 franchi di meno e consente solo quattro accessi per stagione al comprensorio internazionale di Zermatt/Cervinia e al 4 Vallées. Info: www.bestofsnow.ch

Due nuovi impianti in funzione 

A proposito di impianti, ne entreranno in funzione due nuovi. A Crans-Montana la seggiovia Cabane de Bois, è stata completamente rifatta e con i suoi sei posti, potrà trasportare 2’400 persone all’ora; in Val d’Anniviers le due aree sciistiche di Grimentz e Zinal sono ora collegate con una nuova funivia aerea lunga tre chilometri, la terza più lunga della Svizzera. In poco più di sette minuti di percorso si gode uno splendido panorama sulle tre vallate.

A Saas-Fee, prezzi come 30 anni fa

Saas-Fee ritorna agli anni '80
Saas-Fee ritorna agli anni ’80

Per un impianto nuovo, ce n’è uno che festeggia il suo 30° compleanno il 19 dicembre: la Metro Alpin di Saas-Fee, la più alta funicolare sotterranea del mondo. Per festeggiare, la Val di Saas organizza settimane speciali dal 10 al 23 gennaio 2015 con l’offerta “Prezzi come 30 anni fa“: pernottamento e prima colazione in un albergo a scelta, lo skipass e la tessera per i trasporti pubblici a partire da 225 franchi a persona. Sempre a Saas-Fee è appena stato inaugurato un nuovo Ostello per la Gioventù, il WellnessHostell4000 che come tutti gli ostelli svizzeri è accessibile anche ai non più giovani. La notizia, di per sé, non sarebbe particolarmente eclatante se non fosse che, compreso nel prezzo (modico rispetto all’albergo tradizionale) c’è l’ingresso all’area benessere del centro Acqua-Allalin. Info: www.saas-fee.ch.
Per rimanere in tema benessere, il 31 dicembre 2014, dopo un anno di lavori, riapre a Briga il New Brigerbad, sette aree con piscine, bagni termali, grotta con area spa, centro benessere, bio bar e ristorante. Info: www.brigerbad.ch.

Corsi di soccorso in caso di valanghe

Andare a sciare in sicurezza è anche conoscenza e tecnologia. A Nendaz, la scuola di sci e snowboard “Neige Aventure” offre dei corsi gratuiti di soccorso in caso di valanghe. Sapere come comportarsi se si viene investiti da queste montagne di neve è fondamentale e può fare la differenza tra la vita e la morte. Più leggera ma altrettanto utile anche se in ambito diverso, è la nuova App per smartphone di Verbier che unisce in un colpo solo e anche off-line informazioni sugli alberghi, le previsioni del tempo e lo stato delle piste.

Streghe e folletti sulla neve

Canton Vallese
Hexenabfart. Streghe sugli sci. Photographe:
Valais Tourisme

In Vallese ci saranno tra i tanti due avvenimenti completamente differenti l’uno dall’altro ma decisamente originali. A Belalp, si tiene dal 10 al 17 gennaio una competizione sciistica molto sui generis: l’Hexenabfart, una manifestazione ormai popolarissima dove sciatori e sciatrici abbandonano le loro sgargianti tute all’ultimo grido e vestono i panni di streghe e folletti. Praticamente un Halloween fuori stagione e sulla neve che si corre su 12 chilometri di piste preparate per un dislivello di 1’800 metri. Info: www.belalphexe.com.

Passeggiate con i fratelli maggiori di Svizzy

Dal 21 dicembre 2014 a fine febbraio 2015 la Fondazione Barry organizza ogni fine settimana delle passeggiate in compagnia di tre dei cani dell’Ospizio del San Bernardo, della durata di 90 minuti attorno al lago del villaggio di Champez-Lac. A turno i partecipanti potranno portare al guinzaglio un cane e i bambini di età inferiore ai 10 anni potranno sedersi su una slitta trainata, appunto da un San Bernardo. Io ho provato a uscire con i “cuccioloni” d’estate, nel loro quartiere estivo sul Passo ed è un’esperienza fantastica per la simpatia e la dolcezza di questi adorabili cagnoni, i fratelli maggiori della nostra mascotte Svizzy. Info: www.fondation-barry.ch