In Svizzera per un giugno tutto Rock

Il gruppo degli AC/DC
Il gruppo degli AC/DC
Giugno 2015 è un mese a tutti decibel. Scopriamo insieme alcuni degli appuntamenti Rock più intriganti per tutti gli appassionati di musica e di Svizzera.

Zurigo 

E’ la capitale rock della Svizzera ma non solo, per la sua posizione strategica, è un grande punto di riferimento per i concerti di tutta Europa. Il 1° giugno 2015 spazio a Mark Knopfler, all’Hallenstadion, stesso luogo, il 10 giugno 2015 per I KISS, altro pezzo della storia dell’hard rock.

A farla da padrona in questo mese magico saranno, però, gli  quella che dal vivo è, probabilmente, la più grande hard rock band di tutti i tempi, capace di raggiungere il milione di spettatori ai propri concerti. Due date, il 5 e il 7 giugno 2015, presso il Letzigrundstadion per la band australiana nell’ambito del Rock or Bust World Tour che fa seguito al nuovo disco realizzato dalla band a dicembre (il quindicesimo in studio) che porta lo stesso titolo.

Tra l ‘altro, si tratta del primo album dopo 41 anni di carriera realizzato senza lo storico chitarrista Malcom Young, uno dei fondatori che ha lasciato il gruppo per motivi di salute ed è stato rimpiazzato dal nipote Stevie. Gli AC/DC si presentano anche orfani del batterista Phil Rudd ma, come garantiscono le critiche delle prime date di questo tour europeo, per nulla orfani della loro energia.

Biel

Sonisphere è nato nel 2009 come progetto rivolto a Regno Unito, Germania, Paesi Bassi e Finlandia, si è rapidamente evoluto diventando il più importante festival itinerante d’Europa e l’appuntamento in Svizzera è un classico sin dalla seconda edizione del 2010. La data è il 6 giugno 2015 a Biel presso l’Expo Park Nidau e sarà una giornata intensa di rock.

Protagonisti i Muse, la band britannica che due giorni dopo farà uscire il suo settimo disco in studio, Drones, già anticipato dai singoli Dead Inside, Mercy e Pshyco. Guest star altri due gruppi di grande valore come i californiani Incubus e gli svedesi Hives. Aprirà il festival lo svizzero Tobias Junt, songwriter di musica elettronica con il suo gruppo Bonaparte.

Interlaken

Da ormai da dieci edizioni si svolge ogni anno nell’Oberland Bernese. Il Greenfields Festival, epìgone dei grandi festival europei come Reading & Leeds, Benicàssim e lo Sziget di Budapest. È un evento all’insegna della musica e del campeggio, dal 13 al 15 giugno sarà una tre giorni di rock come da più classica delle tradizioni che attira un pubblico prevalentemente giovane con la sua musica alternativa, un mix di metal, punk rock, hard rock e alternative per tutti i gusti. Guest star dell’evento saranno i Motörhead. Una band trascinata da quarant’anni esatti dal carismatico bassista-cantante Lemmy Kilminister, recentemente ripresosi da una grave malattia.

Etichettati da sempre dalla critica sotto più o meno ogni dicitura compresa tra l’hard rock e il thrash metal loro si sono sempre definiti “Una band che suona puro e semplice rock ‘n’ roll”. Che forse è poi anche il vero leitmotiv di Greenfields Festival. Saranno quarantacinque le band che si esibiranno tra le alpi bernesi.

Headliner di lusso: gli Slipknot, tra le band Nu Metal di maggior successo da più di vent’anni, gli svedesi In Flames col loro cattivissimo metalcore; inoltre Lamb of God, Millencolin, Gaslight Anthem, Eagles Of Death Metal, Airbourne, A Day To Remember, Yellowcard, All Time Low e Millencolin. Per citarne alcune.

San Gallo

Il 16 giugno i Foo Fighters tornano in Svizzera per un’unica data nella Confederazione a San Gallo. La band di Dave Grohl è reduce da un nuovo disco realizzato a dicembre 2014, Sonic Highways, che, trascinato dal singolo Something From Nothing, ha già conquistato un disco d’oro e tre dischi di platino. L’AGF Arena è un palcoscenico ideale per una band famosa nel mondo per i suoi live intensi e coinvolgenti.

(Giulio Monga)