Hornuss, tradizione svizzera a Leukerbad

La Svizzera, si sa, è terra di tradizioni, alcune anche curiose. L’Hornuss è una di quelle. Si tratta di un gioco a squadre molto antico che risale addirittura al ‘500 e che rimane ancora ben vivo, specialmente nei Cantoni della Svizzera Centrale, Berna, Argovia e Soletta.

Sabato 16 febbraio a Leukerbad nel Canton Vallese si potrà assistere al terzo Torneo Nazionale di Hornuss sulla neve e sarà un evento unico nel suo genere perché il campo da gioco è la superficie innevata del lago di Dauben a 2’200 metri di quota.

Un battitore in azione al torneo di Leukerbad lo scorso anno
Un battitore in azione al torneo di Leukerbad lo scorso anno

 

Fin qui la notizia. Ma cos’è l’Hornuss? Come nasce? Anche in questo caso dobbiamo rifarci alla tradizione contadina che è alla base della cultura elvetica. Un tempo si scagliavano dei pezzi di legna ardente dalle cime dei monti a valle per scacciare gli spiriti maligni e l’Hornuss riprende questa tradizione. Lo scopo del gioco è quello di far atterrare un piccolo disco di plastica (l’Hornuss o Nouss) il più lontano possibile nel campo avversario (il Ries) di forma trapezoidale lungo 200 metri e largo da 10 a 30.

Un gioco per tutti

L’Hornuss è un gioco è per tutti, uomini, donne, ragazzi e ragazze senza una struttura stabilita e non c’è una durata fissa, normalmente si giocano due turni di battuta/difesa per squadra e la partita dura solitamente dalle tre alle quattro ore. Le due squadre si alternano alla battuta e alla ricezione – un po’ come il baseball – e ogni giocatore tira due colpi con tre tentativi per ogni turno.

Le poste svizzere hanno dedicato un francobollo speciale all'Hornuss
Le poste svizzere hanno dedicato un francobollo speciale all’Hornuss

 

Per riuscirci il battitore colpisce con una specie di frusta il disco posizionato su un supporto che si trova a 100 metri dal campo avversario. L’Istituto di biomeccanica dell’ETH di Zurigo ha eseguito delle misurazioni che hanno stabilito che i campioni siano in grado di far raggiungere all’hornuss una velocità di lancio fino a 85 m/s (cioè 306 km/h), un’altezza da 50 a 70 metri e una distanza di 330 metri. Misure di tutto rispetto.

I ricevitori alla caccia del disco
Gli Abtuer alla caccia del disco

 

La squadra in difesa deve intercettare l’hornuss il prima possibile, perché i dischi non bloccati valgono alla squadra in attacco un punto ogni 10 metri. Gli intercettatori (Abtuer) protendono o lanciano in aria delle specie di pale per rallentare e bloccare il disco. Vince chi ha meno hornusse non intercettati sul proprio campo, in caso di parità si calcolano gli intercetti e poi le distanze.

Una volta, la squadra che perdeva doveva pagare lo Zvieri, lo spuntino consumato al termine della partita. Oggi, invece, si scommettono 50 o 100 franchi sul risultato. Per tradizione i singoli giocatori scommettono una birra sui propri punti segnati.

L'Hornuss è nato qui, tra i monti dell'Emmental
L’Hornuss è nato qui, tra i monti dell’Emmental

Alle origini di tutto

Il primo incontro documentato di Hornuss si svolse nel 1655 a Trub nella regione dell’Emmental-Alta Argovia del Canton Berna, ma già nei registri parrocchiali del XVI e XVII secolo si trovano notizie del gioco che non di rado degenerava in baruffe sfrenate tra i giovani contadini di diversi paesi. Verso la fine del XIX secolo il gioco fu regolamentato e nel 1902 fu costituita la Federazione nazionale e, ogni tre anni, si svolge la Festa Federale dell’Hornuss.

Info: www.ehv.ch