Concerti in alta quota nell’inverno svizzero

Snow Night al Corvatsch
Snow Night al Corvatsch. Credit: Corvatsch AG/ Gian Giovanoli kmu-fotografie.ch

L’inverno è tempo di neve, settimane bianche, sci, camini e concerti all’aperto! Di più. Concerti in alta quota, sulle piste da sci. Un marchio di fabbrica della Svizzera. Un’esperienza rara e suggestiva, ideale per gli amanti della musica, degli sport invernali e del divertimento. Andiamo a scoprire i tre principali eventi musicali di questa stagione. Rigorosamente sotto la neve e sopra i 2000 metri.

Davide Van De Sfroos live @Corvatsch

Davide Van De Sfroos
Credit: Davide Van De Sfroos

Il primo appuntamento è venerdì 23 gennaio. Location di questa prima serata è il complesso sciistico del Corvatsch, che sovrasta il villaggio di Silvaplana a pochi chilometri da Sant Moritz dove si esibirà, il cantautore lombardo Davide Van De Sfroos, nella stazione intermedia di Murtel, a 2’702 m di altezza. Artista inusuale, Van De Sfroos ha saputo conquistarsi notorietà grazie alla sua musica folk, cantata in “Laghee”, il dialetto tipico della zona dei laghi di Como e di Lugano.

Una scelta linguistica che gli ha permesso di convincere anche il popolo elvetico, e in particolare il Canton Ticino. Si annoverano nella sua carriera alcuni sold out importanti come al Forum di Assago ed esibizioni prestigiose in città come New York, senza trascurare lo straordinario quarto posto ottenuto nel 2011 al Festival di Sanremo con la canzone Yanez.

Per Van De Sfroos il Corvatsch è ormai da sei anni una tappa fissa dei suoi tour invernali. Una località che lo ha anche convinto a riprendere a sciare. Il concerto comincerà alle ore 22:30 e per raggiungere la stazione è necessario munirsi di uno skipass. Il costo della serata è di 25 franchi. La pista da sci che porta a valle sarà illuminata per l’occasione, di modo da offrire un insolito mix tra sport estremo e musica folk.

Rock The Pistes Festival – Portes du Soleil

Rock the Pistes festival
Rock the Pistes festival

Un’intera lunga settimana di musica rock e sci. Questo è il festival Rock The Pistes, giunto quest’anno alla quarta edizione. La kermesse si terrà tra il 14 e il 21 marzo nel gigantesco comprensorio sciistico Portes du Soleil, in Canton Vallese, al confine con la Francia, sovrastante le località di Champéry, Morgins, Torgon, Val-d’Illiez, Les Crosets e Champoussin per quanto riguarda il territorio svizzero. Per otto giorni i 650 km di piste si trasformeranno in un’arena rock. Otto impianti coinvolti per otto stage in tutto. Ogni mattina si comincerà alle 12:45 con un dj set. Dopo di che, alle 13:30, sullo stage di turno (tutti sono posti a circa a 1’600 metri di altezza), andrà in scena il concerto di punta della giornata.

Si esibiranno artisti di fama internazionale, dei quali non è stato rivelato al momento il nome di tutti. Lo spettacolo però non si esaurirà qui. Alle ore 17:00, presso la località ai piedi della pista che ha ospitato il concerto del giorno, si esibiranno band emergenti, per un totale di più di 30 concerti durante tutto il festival.

Rock the Pistes ha ospitato negli anni artisti del calibro di Babyshambles, Klaxons, Breton, Ben l’Uncle Soul e Skipe The Use. Per quest’anno sono già stati annunciati il duo indie franco-finlandese The Dø, che si esibirà il 15 marzo sullo stage di Morgis, il cantautore inglese Charlie Winston, che andrà in scena il giorno successivo ad Avoriaz, e il gruppo reggae francese Dub Inc, che salirà sul palco di Les Crosets il giorno 19. Per l’occasione gli impianti sciistici saranno aperti un’ora e mezza in più del normale. Per l’ingresso è necessario anche in questo caso munirsi di skipass. Sul sito dell’evento (www.rockthepistes.com) è possibile acquistare gli abbonamenti per il festival, sia per tutto che per una o più singole giornate. Gli stages sono raggiungibili necessariamente con gli scii o con lo snowboard.

Snowpenair @Kleine Scheidegg

Laura Pausini
Laura Pausini allo SnowopenAir

È il festival rock svizzero ad alta quota più storico. Snowpenair si svolge da 18 anni sul valico alpino Kleine Scheidegg, a 2’061 metri di altezza, sulle Alpi Bernesi, circondato dai monti Eiger, Mönch e Jungfrau, attraversato dalla famosissima rete ferroviaria Wengernalpbahn, che collega i comuni di Grindelwald e Lauterbrunner, a loro volta collegati con la città di Interlaken dalla mitica Berner-Oberland-Bahnen. Il valico ospita un gigantesco e rinomato comprensorio sciistico, teatro ogni primavera di questa grande giornata musicale. Un festival rock unico nel suo genere che ha ospitato negli anni band del calibro di Roxette, Baseballs, Amy McDonald, Uriah Heep e, nel 2014, i leggendari Deep Purple.

L’edizione 2015 di Snowpenair si terrà l’11 aprile. Sarà un’edizione particolare dove ci sarà tantissima Italia. L’artista headliner dell’evento sarà infatti Laura Pausini, cantante che non necessita di certo di presentazioni e che anche in Svizzera ha un notevole numero di fan accaniti. Ad aprirla due band di svizzere di differente caratura, più una terza ancora da annunciare. Inaugureranno le danze alle ore 10:30 i Major B, gruppo indie emergente proprio del Canton Berna. Appena prima della Pausini, invece, saliranno sul palco i Krokus, vere e proprie leggende della musica hard rock elvetica, epigoni in salsa svizzera degli AC/DC, in 40 anni di carriera esatti celebrati proprio nel 2014, hanno realizzato ben 16 album in studio, cui si aggiungono due live e diversi dischi d’oro e di platino vinti non solo in Svizzera ma anche in USA e Canada. Poi, alle 15:30, la scena sarà tutta per la nostra Laura. Info: www.jungfrau.ch/tourismus/news-events/snowpenair-2015

(Giulio Monga)