Chamoson: belle passeggiate d’inverno

 

Anche in inverno si possono fare delle belle passeggiate, approfittando di una bella giornata di sole. Svizzy ha scelto Chamoson, una località nel Vallese, a pochi chilometri dalla capitale Sion.

Chamoson è interessante da visitare per il paesaggio molto variegato. Qui si percepisce il lavoro dell’uomo che l’ha modellato nei secoli, infatti è anche il più grande comune vinicolo del Cantone con i suoi 417 ettari di vigneti e le 50 cantine che producono il Johannisberg un vino bianco che può fregiarsi della denominazione di “Grand Cru“.

I vigneti di Chamoson © AVTC-Hofmann
I vigneti di Chamoson © AVTC-Hofmann

Il territorio comunale è piuttosto esteso, va dalle rive del Rodano fino al monte Grand-Muveran e si possono fare numerose escursioni. Il Sentier historique de Saint-Pierre-de-Clages et de Chamoson è un percorso facile di circa sei chilometri con un dislivello di 140 metri che permette di scoprire il paese e la sua storia. L’area offre anche numerose attività sportive invernali. Il Centre nordique situato nel cuore della foresta di Tourbillon è il punto di partenza per ciaspolate e sci di fondo.

Sci di fondo al Centre Nordique © Centre-Nordique
Sci da fondo al Centre Nordique © Centre-Nordique

Non solo sport

Il paese è anche un centro culturale importante. Qui ha la sua sede il Museo svizzero di Speleologia. (www.museespeleo.ch), mentre una sua frazione, il villaggio di St-Pierre-de-Clages, è la capitale svizzera del libro, l’unica book town della Confederazione. Tutto è nato da un’associazione che si prende la briga di gestire l’iniziativa della “Fête du livre“, la Festa del Libro che si svolge ogni anno in estate. Negli anni la valenza culturale e turistica della festa ha suscitato un notevole interesse per collezionisti e bibliofili e il suo successo ha attratto nel villaggio negozi di antiquariato e librerie specializzate in libri antichi.

La Festa del Libro che si tiene in estate © AVTC-Hofmann
La Festa del Libro che si tiene in estate © AVTC-Hofmann

 

St-Pierre-de-Clages, però, non è solo libri. Ha una storia antichissima che risale addirittura al tempo dei celti. Fu poi sito romano e si sviluppò nel Medioevo quando attorno all’anno 1000 i monaci benedettini dell’abbazia di Saint-Martin d’Ainay di Lione fondarono la chiesa romanica in stile clunicense che ancora oggi svetta sulla piazza del villaggio ed è l’edificio più vecchio del borgo. Il resto delle abitazioni risale per la maggior parte ai secoli XV e XVII.

Info: www.chamoson.ch

La chiesa romanica © AVTC-Hofmann
La chiesa romanica © AVTC-Hofmann