Basilea la piccola capitale

Basilea
La mostra “Spirito di Basilea”, visitabile all’interno del Padiglione svizzero

Ormai Expo Milano 2015 è in pieno svolgimento e la Svizzera ha numerosi partner che vi partecipano a turno. Il cantone di Basilea città è uno di questi e fino al 12 giugno la città sul Reno sarà la protagonista con uno spazio tutto suo all’interno della kermesse milanese. Il motto scelto per presentare la città è “Spirito di Basilea“, l’esibizione (nella foto sopra) vuole raccontare avvenimenti e innovazioni che sono nati sulle sponde del Reno e che hanno cambiato il mondo e ancora continuano a cambiarlo, direttamente o indirettamente nei campi della scienza, della cultura e dell’arte, dell’economia e dell’architettura e design.

Nello spazio dedicato a Basilea si raccontano quattro storie significative per la città: quella del chimico e botanico Tadeus Reichstein che ha scoperto la vitamina C sintetica e il cortisone, quella di Syngenta, una società che si occupa di aumentare la produzione agricola diminuendo il consumo di risorse naturale, quella di Vitra, azienda del design come esempio dell’importanza dell’architettura nella storia di Basilea e quelle del filosofo Friedrich Nietsche che iniziò la sua carriera come professore presso l’università locale e del pittore Arnold Böcklin, famoso per il suo dipinto “L’isola dei morti“, considerato uno dei capolavori dell’arte di fine ‘800, esposto nel Kunstmuseum Basel. Info: www.padiglionesvizzero.ch

Basilea nel segno della vivacità dell’arte

Posta a cavallo tra Svizzera, Francia e Germania, Basilea deve alla sua posizione la sua ricchezza, la sua apertura e la sua vivacità culturale che la rendono molto più importante di quello che le sue dimensioni farebbero pensare. È una capitale mondiale nel campo della cultura e dell’arte per il numero dei musei (nessun’altra città al mondo ne possiede così tanti e così importanti in proporzioni alle dimensioni) ma a metterla al vertice dell’arte moderna e contemporanea è Art Basel, la fiera internazionale più importante del settore che si terrà dal 18 al 21 giugno prossimi, nata nel 1970 da un’idea dei galleristi e collezionisti Trudl BrucknerBalz Hilt e i coniugi Ernst e Hildy Beyeler.

Il successo di ArtBasel è immenso, in Svizzera è uno dei cosiddetti “Top Events of Switzerland“, gli otto eventi più importanti in tutta la Confederazione e nel mondo è diventato un marchio con le manifestazioni gemelle di Miami e Hong Kong. Il segreto è quello di essere sia un luogo dove l’arte è in vendita sia un vero museo temporaneo dove esplorare le ultime tendenze dell’arte contemporanea ammirando opere di oltre 2’500 artisti, maestri affermati e giovani emergenti, e partecipando a progetti speciali, progetti artistici “site-specific” e a tutto un programma culturale di contorno con conferenze e dibattiti.

Gli espositori sono circa 300 tra le più importanti gallerie di America, Europa e Asia che propongono ogni genere artistico: pittura, scultura, installazioni, video, multipli, stampa, fotografia e performance. Info: www.artbasel.com